Cookie Policy Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito e fornirti contenuti personalizzati.
Per ulteriori informazioni puoi leggere la nostra Policy sui Cookies. Proseguendo nella navigazione di questo sito, acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Permission Marketing:
Ovvero cosa fa funzionare il Cold Email Marketing

Disclaimer: qui non parliamo di dati personali, ma di tipo Business!

L'email marketing è una delle armi più potenti ed efficaci nell'arsenale a disposizione di piccole e medie imprese. Consente di indirizzare offerte commerciali alle aziende con estrema facilità e in maniera economica, rapida ed efficiente. Ma cosa lo fa funzionare, quando il contatto è “freddo”? Noi di Bancomail, consigliamo di usare i contatti del nostro Database, per campagne di Permission Marketing.


1. Cosa significa Permission Marketing?

Permission Marketing è una definizione coniata da Seth Godin nel 1999 che definisce un metodo di marketing alternativo che porta a relazioni di qualità con clienti e prospect. Differendo dal marketing tradizionale che invece si fonda sul principio di interruzione (le statistiche dicono che gli utenti mediamente ricevono circa 400 advert al giorno), il Permission Marketing è finalizzato alla costruzione di una relazione tra l’azienda ed il cliente, basata su una garbata richiesta di consenso all’invio di ulteriori informazioni.)

Il Permission Marketing si compie con gli utenti, per poter offrire informazioni sui prodotti o servizi in qualche modo attese e in ogni caso rilevanti in quanto connesse al mondo dei destinatari.

Proprio questo concetto, è alla base delle normative nazionali (benché - in ambito B2B - alcuni paesi come USA o UK abbiano maggiormente liberalizzato il marketing diretto) ed è ancora alla base del nuovo paradigma che segue il Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati, noto come GDPR. In particolare è delineato dal considerando 47 del GDPR che ha introdotto il concetto di “legittimo interesse” del titolare quale base giuridica su cui valutare la liceità delle operazioni di trattamento di dati personali aggiungendo che “può essere considerato legittimo interesse trattare dati personali per finalità di marketing diretto”.

Nella pratica, l’invio di Email a contatti freddi prevede un’analisi preventiva volta a stabilire il possibile beneficio di ciascun ricevente dall’offerta commerciale ricevuta. In altre parole, lo scopo della tua email o dell’offerta in essa inclusa, deve essere chiaramente connesso all’attività del potenziale cliente.

Le ragioni per cui una strada di questo tipo è la maestra, non sono solo di tipo legale. Oltre al fatto che una strategia di permission marketing porta alla costruzione di una connessione con il brand durevole nel tempo, questa consente più alti tassi di conversione grazie a un più alto potere di engagement.

Ecco perché qualità dei prospect e capacità di profilazione possibile hanno molta importanza nella creazione di una campagna di Email Marketing. Solo un target accurato, formato da contatti segmentati, ti permetterà di consegnare un’offerta chiaramente connessa ai bisogni specifici dei tuoi prospect.

Potrai così spedire una campagna personalizzata sulle aspettative e i tuoi contatti difficilmente avranno dubbi sul motivo per cui stai scrivendo loro. Questo è possibile solo se, oltre a prenderti cura di un buon copy per il tuo messaggio, dedicherai altrettanta attenzione al targeting.

Quando acquisti un nostro database, ti garantiamo contrattualmente sulla liceità del trattamento e della cessione:

I dati forniti da Bancomail sono reperiti, trattati e gestiti in piena conformità con il Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR, Regolamento UE 2016/679) e con le leggi nazionali.

Scopri di più

Dopo la informativa sul primo Trattamento dei Dati, inviamo periodicamente una notifica sull’aggiornamento del Trattamento dei Dati in modo da garantire un database aggiornato ed in linea con i principi della Normativa.

I dati gestiti e ceduti da Bancomail riguardano informazioni che sono state pubblicate e/o fornite dalle aziende a fini informativi o promozionali e che, per motivi chiaramente comprensibili, risultano essere volutamente istituzionali.

2. Informare i destinatari e comunicare

Il GDPR, così come le leggi nazionali, indicano l’obbligo di informare i destinatari del trattamento dei dati che sta avendo luogo con l’invio della comunicazione stessa. La soluzione è semplice e prevedere l’inserimento di un’informativa nel footer del messaggio che contenga:

1

Una dichiarazione che informi del trattamento dei dati in corso.

2

Una breve spiegazione delle ragioni per cui lo stai facendo.

3

Le istruzioni per richiedere i dati in tuo possesso, per richiedere la rimozione dalla lista (unsubscribe) e in generale per accedere ai propri diritti (accesso, rettifica, cancellazione, limitazione, opposizione al trattamento, portabilità).

L'invio dell'informativa riguardante il trattamento dei dati personali (GPPR per l’Europa e/o Leggi Nazionali), pur restando nel completo rispetto della normativa, consente alle aziende ampi margini sulla scelta di contenuti e creatività. La richiesta del consenso per l'invio di materiale promozionale, è dunque l'occasione in cui:

Potrai

Dovrai

Descrivere la tua azienda e la ragione del tuo interessamento.

Introdurre il prodotto o il servizio che andrai a proporre più approfonditamente in eventuali ulteriori comunicazioni

Se vuoi, già dall'oggetto puoi rivolgere la mail all'attenzione di un responsabile o di un reparto in particolare.

Connotare il messaggio con la tua immagine aziendale

Permettere approfondimenti ulteriori attraverso un link al tuo sito o al prodotto/servizio

Includere tutti le modalità con cui è possibile contattarti

Inserire tutti i dati identificativi della tua azienda (indirizzo, telefono, fax, e-mail, sito web) che devono essere precisi, aggiornati e attivi.

Inserire sempre un link per la disiscrizione. Il processo deve essere agevole, gratuito e finalizzato in tempi ragionevoli.

Definire il periodo entro il quale il trattamento del dato avrà effetto: nessun limite è stabilito ufficialmente, ma consigliamo di contenerlo entro un tempo ragionevole se non viene manifestato un interesse per l’oggetto della comunicazione.

Non condividere le informazioni del destinatario con terze parti. Diversamente chiedi il consenso agli utenti.

Altri consigli per l’uso:

1

Non è permesso l'anonimato o il mascheramento dell'indirizzo email da cui si spedisce.

2

Tieni sotto controllo la dimensione del tuo messaggio per non sovraccaricare la mailbox ricevente.

3

Inserisci sempre l'oggetto della tua comunicazione indicando chiaramente l'intento della tua comunicazione.

4

Non inserire allegati. Se hai bisogno di fornire un file al tuo lettore, inserisci un link dove è possibile accedere alla risorsa.

5

Mantieni il carattere del tuo messaggio prettamente informativo, limitando enfatizzazioni commerciali: terrai salda la coerenza informativa del messaggio, senza cercare la persuasione commerciale

6

L'informativa riguardante il trattamento dei dati va resa al destinatario in qualsiasi modalità avvenga il contatto, sia esso telefonico, via e-mail o fax

7

Ricorda che i contatti telefonici inseriti nei database Bancomail non sono depurati, in quanto la durata della loro verifica è limitata nel tempo e va quindi eseguita all'occorrenza. er operazioni di telemarketing è perciò necessario rivolgersi a un operatore qualificato presso il Registro delle Opposizioni nella nazione dei tuoi contatti (a questo link trovi l’elenco operatori per l’Italia) per verificare quanti di essi si siano preventivamente opposti al trattamento del riferimento telefonico. Per maggiori informazioni contattaci.

3. Esempio di un'informativa per il trattamento dei dati

Non è l’unica possibile, ma ecco un esempio di un’informativa - scritta, come previsto dal GDPR, in un linguaggio comune, non legalese:

Azienda SrL - titolare del trattamento – sta trattando i vostri dati per l’invio di questa comunicazione. Vi contattiamo perché, analizzando la vostra attività, abbiamo ritenuto che poteste beneficiare di ciò che abbiamo presentato in questa email. Per inviarvi questo messaggio abbiamo trattato, in accordo con la Normativa di riferimento, esclusivamente dati semplici e "pubblici", ovvero: nome dell’azienda, indirizzo, telefono*, fax*, indirizzo e-mail.

I dati sono stati ricavati da elenchi camerali e/o altri elenchi pubblici o per conferimento diretto, oppure da materiale pubblicitario, da indagini di mercato e da banche dati acquisite da fornitori autorizzati.

Rispondi a questa email se vuoi modificare i dati che abbiamo utilizzato per contattarti oppure cancellati da questa lista. L’informativa completa è disponibile qui.

Ai sensi della Normativa devi inoltre disporre di un’informativa completa dove:

1

Identifichi e comunichi tutti i dati di contatto del Titolare del Trattamento dei Dati (o Controller) ovvero la tua Azienda

2

Delinei i fondamenti di liceità del trattamento. Se operi in Europa, dai un’occhiata al paragrafo “Acquisizione dei Dati” della nostra Policy.

3

Definisci i dati trattati, le modalità del Trattamento e della Conservazione dei dati, compreso il periodo di conservazione e l’attestazione di aver adottato misure tecniche, procedurali ed organizzative finalizzate al rispetto della loro riservatezza.

4

Dai visibilità dei diritti degli interessati (accesso, cancellazione, limitazione, opposizione, portabilità)

4. Sul GDPR

Nonostante le iniziali preoccupazioni epidermiche, il GDPR è tutt’altro che un regolamento pensato per uccidere il Cold Email Marketing. Al contrario, è un lungamente atteso documento che regola la protezione dei dati (in ambito personale) per consentire agli utenti finali il pieno controllo sui loro dati.

L'obiettivo del GDPR non è quindi quello di annientare il business europeo, ma quello di proteggere i dati sensibili relativi alle natural person. Una ragione che riconsidera le email generiche (come la maggioranza di quelle fornite da Bancomail; esempio info@azienda.it) come una scelta strategicamente efficiente sotto almeno due punti di vista: l’esclusione dalla protezione del GDPR e le conversion rates generalmente non dissimili da quelle derivanti da azioni su email “dirette”.

Per una più ampia disamina sulla compatibilità GDPR di Bancomail e sui tipi di Email contenute nel nostro Database nostro database, leggi la pagina dedicata nella sezione Supporto.

In ambito B2B in particolare, il GDPR non proibisce l’invio di cold emails, ma regola le modalità con cui un marketer può contattare un soggetto, senza il preventivo consenso. Come descritto in questa pagina, l’offerta inviata deve essere logicamente connessa con la compatibilità commerciale.

Perciò, utilizza le modalità di ricerca su questo sito, basate sia sulle categorie che su una rete di tag e sinonimi, per trovare un target preciso per la tua campagna. Siamo a disposizione anche tramite chat e telefono (+39 010 8681372 | +39 010 8446402) per offrirti supporto nell’individuare il miglior match categorico.

Una volta ottenuto il database dei tuoi potenziali Leads, personalizza il tuo messaggio inviando un’offerta dove sia presente un beneficio bilanciato per ambo le parti.

5. Disclaimer

Invitiamo i nostri clienti a rispettare a loro volta la normativa sulla protezione dei dati del paese di appartenenza dei destinatari circa le modalità di trattamento gestione ed archiviazione; tutte le informazioni in merito sono presenti sul sito del Garante della privacy e siti nazionali.

Gli elenchi acquistabili su BANCOMAIL riguardano unicamente aziende, associazioni e liberi professionisti in Italia e all’estero che liberamente hanno indicato i rispettivi contatti ed indirizzi, fornendoli a Bancomail, pubblicandoli od autorizzandone la pubblicazione. BANCOMAIL rende periodicamente l'informativa a questi in merito alle modalità di trattamento dei dati, i fini specifici del loro utilizzo, garanzie e procedure legittime di rimozione, come previsto ai sensi della normativa applicabile.

Per maggior informazioni, visita la Policy sull’acquisizione e il trattamento dei dati presenti nel Database Bancomail e la Pagina di Conformità GDPR.


Quello che hai letto ti ha convinto? Configura il tuo target:

Inizia ora
Chatta con un nostro operatore

Policy sul trattamento dei dati dei clienti e utenti di Bancomail

Titolare del Trattamento dei Dati

Neosoft S.r.l. (P.IVA: 01288440991 - REA: GE 398030), con sede a Genova, via Casaregis 30/13 - 16129 - Genova

Telefono: +39 010 8681372 / +39 010 8446402

Fax: +39 010 8681383

Email: database@bancomail.it

Pec:bancomail@bancopec.it

Quali informazioni raccogliamo?

Raccogliamo le informazioni fornite volontariamente dal momento della creazione del tuo account, quando acquisti prodotti o servizi ad es. nome azienda, contatto di riferimento, indirizzo, indirizzo email e numero di telefono.

Registriamo inoltre le informazioni quando ci contatti telefonicamente o tramite chat, comprese le richieste di assistenza o preventivo e le note o i dettagli che spiegano che cosa hai richiesto e come abbiamo risposto.

Il mancato conferimento dei dati comporterà l’impossibilità per Neosoft di dar corso agli impegni contrattuali assunti o alle richieste dell’utente.

Utilizziamo anche cookie e tecnologie simili sui nostri siti web e applicazioni mobile per raccogliere informazioni sulle interazioni e l’utilizzo. Consulta la Policy sui Cookie per ulteriori dettagli sulla tipologia specifica di informazioni che possiamo raccogliere e sulle tue scelte in relazione a questi dati.

In che modo utilizziamo le informazioni raccolte?

I dati forniti dall’utente sono raccolti e trattati per le seguenti finalità

Quali soggetti sono autorizzati al trattamento dei tuoi dati? I tuoi dati vengono condivisi con terzi?

Il trattamento dei dati raccolti è effettuato da personale interno di Neosoft autorizzato al trattamento secondo specifiche istruzioni impartite nel rispetto della normativa vigente.

I tuoi dati non saranno mai ceduti a terzi, né inseriti nel Database Bancomail, a meno che non siano stati conferiti spontaneamente su questo sito nell’apposita form Fanne Parte (sezione Supporto) o acquisite attraverso altre fonti autorizzate, in ogni caso previa comunicazione.

Tuttavia, è possibile che alcuni tuoi dati vengano condivisi da noi con fornitori fidati, necessari per offrire servizio per nostro conto come comunicazione tramite email e annunci pubblicitari basati sugli interessi. Condividiamo solo le informazioni minime necessarie e non è consentito a soggetti terzi di utilizzare le tue informazioni per scopi diversi da quelli indicati nella nostra Policy sulla privacy. In ogni caso, i dati non saranno mai diffusi.

Come vengono conservati i dati e per quanto tempo?

I dati raccolti sono trattati mediante strumenti informatici o comunque automatizzati, con logiche strettamente correlate alle finalità per le quali i dati personali sono stati raccolti e, comunque, in modo da garantire in ogni caso la sicurezza dei medesimi.

La gestione e la conservazione dei dati personali avviene su server ubicati all’interno ed all’esterno dell’Unione Europea di proprietà e/o nella disponibilità di Neosoft e/o di società terze incaricate, debitamente nominate quali responsabili del trattamento. Il trasferimento all’estero dei dati nei paesi extra-UE avviene in conformità alle disposizioni contenute nel GDPR.

I dati sono conservati per il tempo necessario alla gestione delle finalità per le quali i dati stessi sono raccolti, nel rispetto delle norme vigenti e degli obblighi di legge.

Quali sono i tuoi diritti sui dati?

In ogni momento (se non ricorrono le limitazioni previste dalla legge) puoi richiedere accesso ai dati, opporti al trattamento o chiedere la cancellazione, la modifica o l’aggiornamento di tutte le informazioni raccolte da Neosoft, esercitando il diritto alla limitazione del trattamento e il diritto alla portabilità dei dati, inviando un’e-mail all’indirizzo database@bancomail.it o bancomail@bancopec.it.

Contratto di fornitura

Tra

La società Neosoft Srl (in seguito per brevità denominata Neosoft), società di diritto italiano, con sede legale in Genova, via Casaregis 30, iscritta presso il Registro delle imprese di Genova al n. 398030, C.F. e P. Iva 01288440991
- da una parte

E

L'azienda, società, persona giuridica come indicato nei dati inseriti nell’ordine (in seguito per brevità denominato Cliente)
- dall'altra parte

Articolo 1 - Premessa

Il Cliente dichiara ai fini del presente contratto di essere a conoscenza di quanto segue:

a) Bancomail è una business unit di Neosoft, come pure i relativi siti internet bancomail.it, bancomail.com, e i diritti relativi; il marchio Bancomail e il sito internet sono interamente proprietà di Neosoft.

b) ai fini del presente accordo qualsiasi documento, dato, prodotto, transazione, anche via internet, usando il nome, marchio, logo (o altro materiale equiparabile) di Bancomail sono da intendersi di esclusiva pertinenza e responsabilità di Neosoft di cui costituiscono valida equipollenza a tutti gli effetti senza limitazioni od esclusioni, fatto salvo un uso illegittimo di terze parti non autorizzate.

Articolo 2 - Oggetto

Il presente contratto ha per oggetto primario la compravendita (sia on line che off line) di elenchi categorici di imprese (in seguito per brevità denominati "Dati") e per oggetto secondario prodotti software e/o servizi consulenziali collegati o riferibili all'oggetto primario (in seguito per brevità denominati "Prodotti"). Per quanto non specificamente previsto dalle clausole che seguono, si applicheranno le disposizioni del codice civile relative a contratto di compravendita (artt. 1470 ss. cod. civ.).

Articolo 3 - Qualifica del compratore

Il Cliente dichiara di stipulare il presente contratto di compravendita per scopi esclusivamente riferibili alla propria attività di imprenditore o professionista.

Articolo 4 - Condizioni di pagamento

Il prezzo per l'acquisto dei Dati verrà corrisposto come segue:

a) in caso di vendita on line, in soluzione unica al momento del perfezionamento del contratto con bonifico bancario, carta di credito on line, ovvero carta di credito via telefonica.

b) in caso generale di vendita off line, ove non meglio specificato, con bonifico anticipato.

c) in caso di diverso accordo, e comunque convalidato da nota scritta della direzione di Neosoft, con modalità differite e variabili in funzione delle caratteristiche dell’ordine.

Articolo 5 - Garanzia

Neosoft garantisce:

a) la funzionalità degli indirizzi email relativi ai Dati oggetto del presente contratto. La garanzia è valida per 60 (sessanta) giorni dalla ricezione del database e condizionata all’osservanza dei termini presenti alla pagina: https://www.bancomail.it/supporto/condizioni-garanzie

b) la liceità della raccolta e del successivo trattamento dei Dati.

c) è invece esclusa qualsiasi responsabilità o garanzia al di fuori di quanto sopra previsto, salvi i limiti di cui all'art. 1229 cod. civ.

Articolo 6 - Tempistica della fornitura

Le condizioni di fornitura possono variare in tempi e modi a causa dei controlli sugli elenchi che Neosoft predispone nel periodo successivo all’acquisto. Tali controlli vengono effettuati a tutela della validità dei Dati forniti al Cliente. Qualsiasi ritardo per cause dirette o indirette relative a tale controllo non può essere imputata a Neosoft ma è senz'altro parte vincolante del presente atto, e data per nota al Cliente che acconsente in tal senso con la stipula del contratto.

Articolo 7 - Servizio post-vendita

Qualora il Cliente fosse necessitato a richiedere una copia dei beni acquistati, essa sarà elargita da Neosoft gratuitamente qualora nelle condizioni di ottemperare senza aggravi, altrimenti si renderà necessario un costo minimo da stabilire al momento. È cura del cliente conservare i Dati e Prodotti protetti e con copia di sicurezza.

Articolo 8 - Uso dei dati. Responsabilità

L'uso dei Dati e/o Prodotti oggetto del presente contratto da parte del Cliente è circoscritto e limitato alle sole attività consentite dalla normativa vigente, e in particolare la Legge 675/96 e succ. modifiche; D.lg. 28 dicembre 2001, n. 467; D.lg. 30 giugno 2003, n. 196;

In caso di utilizzo dei Dati per attività illecite od in maniera non conforme ai dispositivi di Legge, Neosoft si riserva ogni azione nei confronti del Cliente e si manleva in ogni caso da qualunque responsabilità nei confronti di terzi.

Articolo 9 - Ritardo nei pagamenti

Se per qualsiasi motivo il pagamento non dovesse avvenire entro i termini pattuiti (ved. L'art. 4) saranno dovuti a Neosoft gli interessi nella misura stabilita dall'art. 5, D.lg. 9/10/2002, n. 231.

Articolo 10 - Obbligo di manleva

Il Cliente si impegna a risarcire, manlevare e/o tenere indenne Neosoft (nonché i suoi dipendenti, collaboratori, legittimi rappresentanti a qualunque titolo) in caso di richieste di risarcimento e/o azioni legali da chiunque promosse nei confronti di Neosoft medesima e in qualunque sede giurisdizionale, a seguito dell'utilizzo illecito dei Dati o comunque non conforme a quanto indicato nelle Policies* di Bancomail.

Articolo 11 - Trattamento dei dati personali - Legge n. 196/03

Per quanto sia necessario, fermo restando che in base alla vigente normativa dato personale è qualunque informazione relativa esclusivamente a persona fisica, il Cliente prende atto che Neosoft Srl provvederà al trattamento dei dati, ai sensi della normativa vigente e, secondo quanto indicato dall’Informativa Privacy ex art 13 Codice Privacy, senza necessità di acquisire un consenso espresso da parte del Cliente (ai sensi dell’art. 23 del Codice Privacy) perché, inter alia, il trattamento di tali dati è necessario per dare esecuzione ad un Contratto di cui è parte il Cliente, solo ed esclusivamente per lo svolgimento dei servizi riportati, inclusi adempimenti fiscali e tributari e comunicazioni di servizio. La natura del conferimento dei dati è obbligatoria per consentire l'adempimento degli obblighi di legge. Neosoft autorizza analogo trattamento dei suoi dati da parte del Cliente.

Articolo 12 - Reclami

Al ricevimento dei Prodotti e/o Dati il Cliente deve verificarne immediatamente lo stato e la conformità. Eventuali vizi e difetti dovranno essere denunziati a Neosoft entro e non oltre sette giorni dalla scoperta pena la decadenza. Il Cliente dovrà permettere tutte le verifiche relative ai reclami. In particolare i dati dovranno essere prodotti nello stesso formato di ricezione: meglio se segnalati direttamente sullo stesso documento di arrivo.

Articolo 13 - Cedibilità

Neosoft potrà cedere in tutto o in parte a terzi i diritti e gli obblighi assunti ai sensi del presente contratto di fornitura. Neosoft si riserva il diritto di verificare le modalità di cessione a terzi dei prodotti e/o servizi oggetto della fornitura ed eventualmente inibirla a propria insindacabile discrezione.

Articolo 14 - Legge applicabile. Foro competente

Il presente contratto è soggetto alla legge italiana. Per qualunque controversia che potesse insorgere in relazione all'interpretazione, esecuzione, o risoluzione del presente contratto sarà competente il Foro di Genova, con l'esclusione di qualsiasi altro Foro.

Articolo 15 - Disposizioni varie

Le presenti disposizioni sostituiscono qualsiasi precedente accordo relativo alla fornitura di dati, prodotti e servizi specificati nell'oggetto (ved. L'art. 2 che precede) da parte di Neosoft. Ogni modifica e/o integrazione delle presenti condizioni contrattuali dovrà risultare da atto sottoscritto da entrambe le parti.

*visionabili alla pagina web:
https://www.bancomail.it/risorse/normativa-email-marketing

gdpr icon

I Database Bancomail sono conformi al GDPR!

SCOPRI DI PIÜ